Benvenuto nel sito dell'Associazione "Amici della Grottella"

Inaugurato il Centro Documentazione San Giuseppe da Copertino

Il 19 dicembre 2015, alle ore 17.30, è stato inaugurato il Centro di documentazione s. Giuseppe da Copertino, allestito presso il Santuario Santa Maria della Grottella ed il cui intervento rientra tra le attività svolte dal GAL Terra d’Arneo nell'ambito del Progetto di cooperazione “Cammini d’Europa: rete europea di storia, cultura e turismo”; è stato realizzato attraverso la collaborazione dei Frati Minori Conventuali, l’Associazione Amici della Grottella, il Gal terra d’Arneo che cura la valorizzazione del territorio attraverso itinerari culturali, storici, religiosi e turistici. Il Gal, con appositi finanziamenti, ha curato il recupero della Sala del Pellegrino del Convento s. Maria della Grottella, in Copertino, dotandola di computer e videoproiettori per permettere, a pellegrini e studenti delle scuole, di poter conoscere meglio la figura di s. Giuseppe da Copertino, in sinergia con il lavoro di ricerca di Alessandra Marulli sul percorso iconografico e di piattaforma e inserimento dati di Giuseppe Macchia.

All'inaugurazione era presente il vescovo di Nardò-Gallipoli, mons. Fernando Filograna, che ha benedetto la Sala, il ministro provinciale dei frati minori conventuali di Puglia, fr. Michele Pellegrini, l’assessore regionale al Lavoro e Formazione, dott. Sebastiano Leo, il sindaco di Copertino, prof.ssa Sandrina Schito, il presidente del Gal, dott. Cosimo Durante e il presidente degli Amici della Grottella, fr. Vincenzo Giannelli, guardiano e rettore dei santuari copertinesi. Tutti hanno rimarcato l’importanza di questo evento che mette insieme il desiderio di più enti di pubblicizzare e valorizzare la figura del Santo di Copertino all'interno del territorio salentino, meta ogni anno di migliaia di visitatori e per avvicinare sempre più il mondo della scuola con questa figura di santità del seicento, ancora poco conosciuta.

Dopo la presentazione, è stato firmato un protocollo d’intesa tra il Gal e gli Amici della Grottella che si occuperanno della fruizione del Centro documentazione attraverso i soci volontari, permettendo nel corso della settimana di accogliere pellegrini, turisti e scolaresche con un percorso josephino per entrare nella bellezza del Santuario di s. Maria della Grottella attraverso la figura di s. Giuseppe che vi ha dimorato per oltre tredici anni.

L'invito alla inaugurazione del Centro

La targa di identificazione del Centro Documentazione

taglio del nastro

dott. Durante, prof.ssa Schito, fr. Pellegrini

fr. Giannelli, dott. Leo, dott. Durante, prof.ssa Schito, fr. Pellegrini, mons. Filograna

una visita nel Centro da parte di studenti


 

Santuario S. Maria della Grottella - Giardino del Vescovo

30 maggio 2015

Concorso "A Scuola... con san Giuseppe da Copertino" - 5ª Edizione

SERATA DI PREMIAZIONE

UNO STIVALE SUL PALCOSCENICO

Nella suggestiva location del "Giardino del Vescovo" presso il Santuario S. Maria della Grottella in Copertino, sabato 30 maggio 2015, con inizio alle ore 20:30, si è svolta la cerimonia di premiazione della 5ª Edizione del Concorso "A Scuola... con san Giuseppe da Copertino", organizzato dall'Associazione "Amici della Grottella" e dal Comune di Copertino, con la collaborazione della Diocesi di Nardò-Gallipoli e dei Frati Minori Conventuali di Copertino.

È con grande gioia che ogni anno vengono registrate, tra le Istituzioni Scolastiche partecipanti al Concorso, adesioni provenienti da regioni diverse, a significazione di un interesse nei confronti di questo Santo che si va sempre più estendendo tra gli studenti i quali, dopo averlo conosciuto ed apprezzato, si affidano a Lui con fiducia, invocandone aiuto e protezione per il difficile cammino della vita, non solo scolastica.

A questa 5ª Edizione hanno partecipato infatti 30 Istituzione Scolastiche provenienti da Puglia, Toscana, Umbria, Veneto, Liguria, Molise, Friuli, Trentino Alto Adige, così rappresentate: 8 Istituti della Scuola dell’Infanzia, 9 Istituti della Scuola Primaria, 11 Istituti di Scuola Media, 7 Istituti di Scuola Superiore, con 2761 ragazzi coinvolti e 117 lavori presentati.

I lavori sono stati davvero tanti e variegati secondo le tipologie previste dal Regolamento, ma ciò che è doveroso sottolineare, accanto alla quantità, è la qualità degli stessi che è indicativa di impegno, abnegazione e competenza. Ciò consente di poter affermare che il Concorso Josephino, nel tempo, si sta rivelando preziosa opportunità per gli alunni per potenziare le loro capacità creative ed operative e per i docenti per attivare itinerari didattici di notevole spessore educativo e formativo. Tanto, si evince dalle relazioni didattiche che hanno accompagnato i lavori pervenuti.

Duro e impegnativo è stato il lavoro della Commissione di valutazione per l'attribuzione dei premi, ma anche scrupoloso e competente. Commissione composta da padre Vincenzo Giannelli, professori Luigi Marcelli, Antonio Leo, Cosimo Trono, Francesco Gaballo, Franco Del Vecchio, Irene Cipressa, Maria Felicita Cordella, arch. Alessandra Marulli, insegnanti Rosalba D’Alfonso, Anna Montefrancesco, Maria Rosa Leo, Tina De Pascalis, Andrea Secco, Lucia Rizzo, Mª Eliana Augusti e M° Domenico Alemanno. Le opere premiate, curate nella esposizione dalla prof.ssa Maria Greco e dai professori Cosimo Trono, Francesco Gaballo e Antonio Leo, unitamente alla coreografia curata dall'arch. Alessandra Marulli, hanno impreziosito il Giardino e attirato l'ammirazione dei presenti, per la loro pregnanza artistica e per la loro originalità

La conduzione della serata, oltre al collaudato Antonio Viva, ha visto protagonista Maria Antonietta Vacca, che ha favorevolmente impressionato il foltissimo pubblico presente (ca. 400 persone) per la sua bravura, eleganza e personalità.

La serata, curata per la parte tecnica da Claudio Giannelli, si è aperta con l’esibizione del coro "Fantasie di voci" dell'Istituto comprensivo Polo 3 "San Giuseppe da Copertino" composto da 50 alunni della scuola primaria e secondaria di primo grado, guidati dall'ins. Mimma Dell'Anna e dal prof. Giuseppe De Maglio, a cui hanno fatto seguito, nei vari intermezzi previsti il balletto delle allieve della "Compagnia Teatrale Scena Muta” e l’esibizione della band composta dai giovani alunni dell’IISS “V.Bachelet” di Copertino, gratificati questi ultimi da un premio speciale da parte del Centro Italiano Femminile sezione di Copertino.

La serata è stata impreziosita dalla presenza, quale madrina della manifestazione, dell’attrice/autrice Marina Polla De Luca, per anni compagna di vita di Carmelo Bene grande estimatore di San Giuseppe tanto da scrivere un sceneggiatura cinematografica, mai trasformata in film, “A boccaperta” su San Giuseppe da Copertino, che ha incantato la platea declamando due brani: il primo dalla poesia “Alla Santissima Trinità” del Santo, il secondo tratto dal Paradiso di Dante “Alla Vergine”.

Un momento di particolare emozione, che ha sottolineato come il Concorso abbia ormai raggiunto ogni angolo dell’Italia, è stato quando un'alunna e una docente, dell'Istituto Comprensivo di Sedico Sospirolo (Belluno), si sono alternati nella declamazione del "Cantico del ben" nel dialetto sospirolese, tradotto dagli stessi alunni.

I premiati hanno ricevuto il premio dalle mani del Vescovo della diocesi di Nardò-Gallipoli, mons. Fernando Filograna, del Sindaco di Copertino prof.ssa Sandrina Schito e di Padre Vincenzo Giannelli padre Guardino dei Frati Minori Conventuali di Copertino che si sono alternati sul palco nelle varie premiazioni.

Ed ecco l’elenco dei premiati:

SCUOLA SUPERIORE

1° Premio: diploma al merito e assegno di 200 € - all'alunna Scarpa Sara della classe 3ª F del Liceo Artistico “Ciardo Pellegrino” di Lecce per il manufatto artistico “Il Santo dei Voli e la Madonna della Grottella”.

2° Premio: diploma al merito e assegno di 100 € - all'alunna Colluto Chiara dell’Istituto di Istruzione Superiore di Otranto, classe 4ª Designer del Liceo Artistico “Nino Della Notte” di Poggiardo, per il lavoro artistico “San Giuseppe in volo sulla scuola”.

3° Premio: diploma al merito e assegno di 50 € - al gruppo delle alunne Maria Paola Lillo e Valeria Quintana della classe 2ª A, Stafania De Santis e Sofia Solmona della classe 4ª A e Giulia Ambrosioni della classe 5ª A del Liceo Artistico “Vanoni” di Nardò, per il lavoro artistico “Estasi di San Giuseppe”.

3° Premio ex aequo: diploma al merito e assegno di 50 € - all'alunna Ruggero Antonella della classe 2ª F del Liceo Artistico “Ciardo Pellegrino” di Lecce per il manufatto artistico “Levitazione”.

La Commissione di valutazione delle opere in concorso ritiene di attribuire delle MENZIONI speciali ad alcune opere di particolare rilievo.

Agli alunni della classe 3ª di Scienze umane dell’Istituto Superiore “Gandhi” di Merano (Bolzano) per il lavoro letterario in Power Point, Per noi studenti, la nostra luce: San Giuseppe da Copertino.

All'alunno Franco Giordano della classe 5ª As e ai compagni delle classi 4ª As, 3ª As e 5ª As, del Liceo Scientifico di Copertino.

Alla Classe 1ª A Servizi sociali e alla classe 2ª Odontotecnici dell’Istituto di Istruzione Superiore ”Falcone Borselino” di Galatina.

SCUOLA MEDIA

1° Premio: diploma al merito e assegno di 200 € - al gruppo di alunni delle classi 2ª B, 2ª D di Scuola Media e alla classe 5ª A di Scuola Primaria dell’Istituto Comprensivo “Stomeo-Zimbalo” di Lecce, per la realizzazione de “IL GIOCO DEL VOLO”.

2° Premio: diploma al merito e assegno di 100 € - al gruppo corale della classe 2ª C della Scuola Media dell’Istituto Comprensivo di Meduno (Pordenone) con il brano “Giuseppe sta volando”.

La Commissione di valutazione delle opere in concorso ritiene di attribuire delle  MENZIONI speciali ad alcune opere di particolare rilievo.

Agli alunni della Scuola Media dell’Istituto Comprensivo Polo 2° di Leverano.

Agli alunni dell’Istituto Comprensivo “Anna Frank” di La Spezia.

SCUOLA PRIMARIA

1° Premio: diploma al merito e assegno di 200 € - alle Classi Quarte e Quinte della Scuola Primaria dell’Istituto “S.Giuseppe da Copertino” della Città di Copertino per il manufatto artistico “Voli ed estasi di San Giuseppe da Copertino”.

2° Premio: diploma al merito e assegno di 100 € - alla classe 2ª A della Scuola Primaria dell’Istituto Comprensivo “Matese” di Vinchiaturo (Campobasso) per il libro-quaderno artistico "La vita del Santo".

3° Premio: diploma al merito e assegno di 50 € - alle classi Quinte della Scuola Primaria dell’Istituto Comprensivo di Matino (Lecce), per la raccolta di poesie "Noi piccoli poeti".

3° Premio ex aequo: diploma al merito e assegno di 50 € - agli alunni delle classi 4ª A, 4ª B e 4ª C della Scuola Primaria dell’Istituto Comprensivo “G.Falcone” di Copertino, per il manufatto artistico "Il miracolo della lepre".

La Commissione di valutazione delle opere in concorso ritiene di attribuire delle MENZIONI speciali ad alcune opere di particolare rilievo.

Ai bambini di Prima elementare della Scuola Primaria del Circolo Didattico “Castromediano” di Lecce.

All'alunno Simone Michele Gioacchino della classe 4ª A della Scuola Primaria dell’Istituto Comprensivo Statale di Aradeo (Lecce).

SCUOLA DELL’INFANZIA

1° Premio: diploma al merito e assegno di 200 € - ai bambini della Scuola dell’Infanzia “Maras” e della Scuola Primaria dell’Istituto Comprensivo di Sedico Sospirolo (Belluno) per il libro-quaderno artistico sul Santo e sul confronto geografico, storico e linguistico tra Copertino e Sospirolo.

2° Premio: diploma al merito e assegno di 100 € - ai bambini della Scuola Materna Maria della Misericordia di Terni per il manufatto artistico “Cibo, energia per la vita”.

3° Premio: diploma al merito e assegno di 50 € - ai bambini della Scuola dell’Infanzia della Direzione Didattica “V. Ampolo” di Surbo (Lecce) per il lavoro artistico “Stiamo per spiccare il volo verso …”.

La Commissione di valutazione delle opere in concorso ritiene di attribuire delle MENZIONI speciali ad alcune opere di particolare rilievo.

Ai bambini della Scuola dell’Infanzia dell’Istituto Comprensivo “G.Falcone” di Copertino, per il video “San Giuseppe si racconta”.

Alla classe 2ª della Scuola dell’Infanzia della Fondazione Moschettini di Copertino.

PREMIO speciale del Comitato organizzatore consistente in una riproduzione di San Giuseppe da Copertino e della Madonna della Grottella.

Ai bambini della Scuola Materna della Fondazione “Madonna del Soccorso” di FAUGLIA (Pisa) per il Lavoro artistico.

Alcuni di questi lavori potranno essere osservati nel Salone del vescovo presso il Santuario S. Maria della Grottella, in Copertino. I lavori non premiati invece, come previsto dall'art. 6 del Regolamento, potranno essere restituiti alle relative Scuole su richiesta fatta pervenire al Comitato organizzatore del Concorso. Data la loro significativa valenza pedagogica, potranno costituire, collocati nella Scuola, stimolo ed emulazione per le future generazioni scolastiche

 

Serata della premiazione Concorso Scuole 4ª Edizione

Santuario Santa Maria della Grottella-Giardino del Vescovo

30 maggio 2014

4° Concorso  Nazionale  “A scuola… con san Giuseppe da Copertino”

SERATA DI PREMIAZIONE


DAL SOGNO AD UNA REALTÀ

Lo scorso anno, la straordinaria partecipazione di realtà scolastiche insperate fu considerata un miracolo, quest’anno, e con giustificato orgoglio, si può parlare di una realtà che si sta sempre più consolidandosi. Al 4° Concorso Nazionale “A scuola… con san Giuseppe da Copertino”, organizzato con la consueta sagacia e abnegazione dall’Ass. “Amici della Grottella” e dal Comune di Copertino, hanno preso parte 23 Istituzioni Scolastiche, 4 Istituti della Scuola dell’Infanzia, 10 Istituti della Scuola Primaria, 5 Istituti di Scuola Media, 4 Istituti di Scuola Superiore, provenienti dall’intero territorio nazionale e precisamente dalla Puglia, Basilicata, Umbria, Veneto, Lombardia e Liguria. Se facciamo un raffronto con la provenienza geografica dello scorso anno, possiamo notare come ci sia stato uno spostamento verso il nord del Paese. I ragazzi coinvolti sono stati 1950, con 97 prodotti presentati, di cui 55 del settore artistico e 42 nel settore letterario.

Tutti i lavori pervenuti, molte delle quali di notevolissimo pregio e spessore, sono stati vagliati con scrupolo e competenza tecnica dalla Commissione di valutazione così composta: padre Gianni Strafella, proff Gino Marcelli, Antonio Leo, Cosimo Trono, Antonio Della Pace, Francesco Gaballo, Filieri Raffaella, Alessandra Marulli, inss. Rosalba D’Alfonso, Anna Montefrancesco, dott.ssa Barbara Guida. Pur avendo tenuto nella massima considerazione il lato artistico, tecnico e contenutistico, delle opere presentate nella sua valutazione, la Commissione ha privilegiato quei lavori che evidenziavano la partecipazione diretta e fattiva dei ragazzi nella realizzazione del manufatto, o dell’opera presentata, perché maggiormente aderente alla mission del Concorso che è quella di conoscere San Giuseppe da Copertino attraverso l’attività didattico/curriculare dove il protagonista è il ragazzo.

Lo scenario naturale del Giardino del Vescovo ha fatto da cornice alle opere premiate, sapientemente e coreograficamente disposte dalla dott.ssa Alessandra Marulli, facendone risaltare sia il messaggio sia la bellezza artistica (ved. foto1 foto2 foto3).

Padrino della manifestazione, cui è stata consegnata una targa ricordo dal Sindaco di Copertino avv. Giuseppe Rosafio in nome dell’Ass. Amici della Grottella, è stato Ivan Raganato poliedrico artista, e direttore artistico dell'Associazione Scena Muta testimone, nella sua vita personale e artistica, dello spirito josefino.

La serata, condotta con brio e spirito josefino da Antonio Viva coadiuvato dal piccolo Vincenzo Cosi, e curata per la parte tecnica da Claudio Giannelli, si è aperta con il fuori programma della premiazione del prof. Antonio Leo, vice Presidente dell'Ass. Amici della Grottella, per il suo impegno nella crescita e realizzazione di questo Concorso.

La cerimonia è stata intervallata dalle esecuzioni canore del giovane, e già affermato cantautore copertinese Matteo Murciano, e dal balletto delle allieve dell’Ass. “Scena Muta”.

Momento centrale, è stata la testimonianza josefina, davvero toccante sia del vescovo diocesano mons. Fernando Filograna, sia del neo eletto vescovo di Terni-Narni-Amelia padre Giuseppe Piemontese Guardiano del Convento dei frati minori conventuali di Copertino, che hanno premiato i vincitori e che, con la loro presenza hanno dato lustro e spessore all’evento.

Da sottolineare la presenza tra gli intervenuti premiati, delle alunne accompagnate dai rispettivi genitori dell’Istituto Comprensivo “Rita Levi Montalcini” di Torbole Casaglia (Brescia), e della docente della Scuola dell’Infanzia di Maras dell’Istituto Comprensivo di Sedico Sospirolo (Belluno).

Qui di seguito il link del video della serata https://www.dropbox.com/l/WteZfJ5FyvjV7qSxzjp5vs

Ed ecco l’elenco dei premiati:

SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE:

1° classificato: alunni Colluto Chiara, Esposito Mattia, Maschio Luca, Racale Francesco, Urso Ilari della Classe 3ª A del Liceo Artistico “Nino Della Notte” di Poggiardo (Le) per il quadro A scuola con San Giuseppe da Copertino
2° classificato: gruppo di studenti delle classi 3ª, 4ª e 5ª del Liceo Scientifico dell’Istituto Superiore “Don Tonino Bello” di Copertino, per il DVD “In cammino per conoscere, capire, amare San Giuseppe da Copertino. Il Cantico del Bene”.

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO:

1° classificato: alunni classi 1ª B, 2ª B, 3ª B e 1ª D dell’Istituto Comprensivo “Stomeo-Zimbalo” di Lecce, per i lavori poetici e grafici “San Giuseppe tra segni e sogni”.
2° classificato: non assegnato

SCUOLA PRIMARIA:

1° classificato: alunni delle classi 5ª A, 5ª B “N. Sauro” e delle classi 5ª A, 5ª B “R. Gentile” dell’Istituto Comprensivo di Matino (Le), per il volume “San Giuseppe e i luoghi josefini”.
2° classificato: ex aequo -- alunna Francesca Pia Rosafio della classe 5ª D dell’Istituto Comprensivo “S. Giuseppe da Copertino” di Copertino, per il cartellone “La vita di San Giuseppe” -- alunne Gessica Franzoni, Giulia Albertelli e Marta Robolini della classe 5ª C della Scuola Primaria dell’Istituto Comprensivo “Rita Levi Montalcini” di Torbole Casaglia (Brescia), per i lavori dal titolo “San Giuseppe da Copertino *Fra-voloso*”

SCUOLA dell’INFANZIA:

1° classificato: bambini della Scuola dell’Infanzia di Maras dell’Istituto Comprensivo di Sedico Sospirolo (Belluno), per il quaderno “Un bambino di nome Giuseppe”.
2° classificato: bambini delle sezioni D, E, F, L della Scuola dell’Infanzia dell’Istituto Comprensivo “G. Falcone”  di Copertino, per il manufatto artistico “Il miracolo dell’agnellino”.

Le menzioni speciali sono state assegnate:

1. Agli alunni delle classi 4 e 5 della Scuola Primaria e 1ª Media dell’Istituto Comprensivo “S. Giuseppe da Copertino”, per l’edicola Il luogo della memoria devozionale

2. Agli alunni delle classi 4ª A, B, C, D e agli alunni di 1ª Media dell’Istituto Comprensivo “Giovanni Falcone” di Copertino, per il lavoro artistico Filastrocche in volo.

3. Agli alunni della Scuola dell’Infanzia “Maurizio Arnesano” Carmiano e Magliano dell’Istituto Comprensivo a indirizzo Musicale di Carmiano, per il lavoro artistico Dallo spazio siderale all'amore universale

4. Agli alunni delle classi 4ª A e 4ª B della Scuola Primaria dell’Istituto Comprensivo “Gerardo Dottori” di Torgiano (Perugia)

5. Alla Scuola Media di Cremeno (Lecco)

6. Agli alunni delle classi 4ª e 5ª della Scuola Primaria “Demetrio Neri” di Canonero Ceranesi (Genova).

Il Comitato organizzatore, inoltre, ha ritenuto opportuno assegnare una menzione speciale alla docente prof.ssa Bonanini delle Scuole Medie ISA 8 e ISA 5 di La Spezia, per l’entusiasmo che ha saputo suscitare negli alunni attorno alla figura di San Giuseppe da Copertino.


Antonio Viva

 

Graduatoria concorso scuole 4ª edizione

Concorso “A scuola… con san Giuseppe da Copertino”

4ª Edizione

Verbale graduatoria

 

PERMANENZA DEL CORPO DI SAN GIUSEPPE DA COPERTINO NELLA SUA CITTA'

PERMANENZA DEL CORPO DI SAN GIUSEPPE DA COPERTINO NELLA SUA CITTÀ: 23 FEB - 3 APR 2013

40 giorni speciali con san Giuseppe

Se fosse un cantante si direbbe che "va in tour". Ma siccome è un santo, allora "va in peregrinatio", pellegrino qua e là anche da morto. Si tratta di san Giuseppe da Copertino, vissuto tra il 1603 e il 1663, metà a Copertino e metà in giro per conventi del centro Italia.

Una vita avventurosa come un romanzo, vissuta nell'umiltà e nell'obbedienza, perché "l'obbedienza, diceva, è la carrozza per il paradiso". Una vita a tutta prova, arricchita dai carismi divini. Il più appariscente è il volo: levitazione orizzontale, dicono i teologi mistici. Unico tra i santi della Chiesa. Tutti sanno che è "il Santo dei voli". Acclamato dal popolo, processato e assolto dall'Inquisizione, poi  per sempre segregato nei conventi.

Leggi tutto...